Come scegliere correttamente la tua cucina nera senza errori ed indugi?

Questo articolo ti consentirà di rispondere in pochi minuti a questa domanda risolvendo nei minimi dettagli ogni tuo dubbio.

Grazie ai segreti ed al metodo collaudato che ti mostrerò, potrai permetterti la cucina nera dei tuoi sogni, ricevendo finalmente tantissimi complimenti da tutti coloro che vedranno la tua cucina.

Come una cucina nera può cambiare l’ambiente in cui è inserita

Dicembre 2018

Stavo progettando un piccolo appartamento per una mia cliente, Giulia, una ragazza piccolina che ama cucinare e sporcarsi le mani al primo momento libero dal lavoro.

Lei e il suo compagno si stavano per trasferire in questo piccolo appartamento dove cucina e soggiorno erano in un ambiente unico pressoché quadrato.

Dopo diverse soluzioni su come arredare la cucina, riuscii a definire quella che per me era la soluzione perfetta: una cucina nera in linea che occupava un intero lato dell’ambiente.

Esposi la mia idea a Giulia che, con occhi meravigliati ed estasiati, mi disse di essere il suo colore preferito (cosa che effettivamente avrei potuto intuire dal suo abbigliamento poco colorato!).

Il progetto era super approvato e ci adoperammo subito per farci fare dei preventivi.

CUCINE NERE

Su sua richiesta la accompagnai ad un mobilificio da lei individuato e non appena finii di esporre al venditore la mia idea, questo mi disse con tono sarcastico: “Ma lei architetto vuole farmi vendere la cucina di Batman?”.

Lo fulminai con gli occhi e lasciai che la mia pacata cliente proseguisse con il preventivo.

Una volta usciti dal mobilificio con la quotazione in mano (che tra l’altro, per la qualità del prodotto offerto, era del tutto fuori mercato) la convinsi a cercare altrove.

Ci dirigemmo verso un altro mobilificio e niente…la cucina nera qui proprio non rientrava nel loro ventaglio di proposte.

Provammo con un altro ancora e qui tuttavia la finitura delle gole poteva essere solo in acciaio e il piano non dello stesso colore delle ante…

Sembrava ormai quasi impossibile realizzare quello che volevo per Giulia!

Mi chiesi il perché fosse così difficile prevedere una cucina totalmente nera

cucine bianche e nere

Non mi diedi per vinto: mi rivolsi così ad un artigiano locale che, non senza fatica, mi assecondò in tutto e per tutto riuscendo a realizzare la cucina nera completa di tutti gli optional che avevo in mente e che la mia cliente ha adorato!

Con questo piccolo aneddoto risulta chiara la mia difficoltà e, talvolta, avversione verso i mobilifici che vendono esclusivamente soluzioni d’arredo standardizzate (più il prodotto è di un certo livello e più invece sono possibili customizzazioni).

Realizzare come si deve una cucina nera non corrisponde infatti attuare una semplice scelta cromatica ma significa dar vita ad un progetto d’arredo unico ed unitario che, dall’ambiente in cui inserita la cucina, arriva fino ai minimi dettagli: in parole semplici, dalla stanza alla maniglia!

Ora ti spiegherò quindi come poter realizzare correttamente il tuo ambiente con cucina nera

Le caratteristiche di una cucina nera: tutto ciò che devi sapere per realizzare la cucina perfetta

Scegliere una cucina nera può sembrare solamente una questione di gusto rispetto ad orientarsi verso la più gettonata e classica cucina bianca.

Ma c’è molto di più…

Innanzitutto occorre specificare che il colore nero, essendo l’opposto del bianco, tende ad assorbire molta luce e pertanto una cucina nera tenderà a cambiare in modo significativo la percezione della luminosità presente nell’ambiente. Per questo motivo, pur avendo un carattere decisamente forte e una personalità non indifferente, una cucina nera è comunque da evitare in ambienti molto piccoli o con altezze ridotte, come ad esempio le mansarde o le case con soppalco.

cucine nere e pietra

Al contrario però di una cucina bianca, una cucina nera richiede sicuramente meno attenzioni rispetto alla precedente in quanto è in grado di “tenere lo sporco” con più facilità.

Inoltre molti degli accessori e degli elettrodomestici tenderanno in questo caso a sparire armonizzandosi meglio con il colore della cucina.

Immagino che ora sarai curioso di sapere quali sono i 5 passi necessari da fare per riuscire a realizzare la tua cucina nera da sogno…

Scopriamoli insieme…

Comprendere bene l’ambiente della cucina

La prima cosa fondamentale da fare quando si decide di realizzare una cucina nera è sicuramente capire a fondo l’ambiente che si ha a disposizione.

Per far ciò occorre studiare in modo approfondito la disposizione delle aperture verso l’esterno e verso le altre stanze, capire se l’ambiente è sufficientemente illuminato e in che modo viene direttamente illuminato dalla luce del sole.

Se infatti lo spazio è poco luminoso, sarà opportuno posizionare la cucina nera lungo la parete più scura dell’ambiente in modo tale da evitare che questa possa assorbire ulteriore luce.

Compreso perfettamente l’ambiente, è possibile passare al punto successivo…

Scegliere la tipologia di cucina

Una volta che si è presa coscienza dell’ambiente, occorre procedere a definire la cucina nera in base allo spazio a disposizione; occorre ciò capire quale sia la tipologia più adatta all’ambiente.

cucine bianco e nero

Le cucine nere hanno un carattere forte e deciso in grado di cambiare volto allo spazio all’interno del quale sono inserite.

Pertanto, per evitare errori dettati dalla volontà di strafare, è buona norma scegliere una delle seguenti tipologie:

Individuata la tipologia più adatta all’ambiente, è possibile passare alla definizione di materiali finiture…

Devi progettare una cucina nera per la tua casa dei sogni?

Fissa una chiamata telefonica

Individuare le combinazioni materiche e cromatiche

Fra tutte gli accostamenti possibili, esistono 3 combinazioni materiche e cromatiche che appaiono perfette per la maggior parte degli ambienti.

Scopri quali sono…

Cucina total black

Come nella moda, il look total black colpisce sempre!

Proprio per l’omogeneità del suo colore, una cucina completamente nera risulta senz’altro la scelta più elegante.

Per ottenere un effetto omogeneo è possibile sia optare per un unico materiale che individuare opportuni accostamenti materici che, pur mantenendo inalterato l’effetto cromatico, arricchiranno la percezione materica dell’insieme.

In questo caso la differenziazione materica può essere prevista tra le ante di basi e colonne e il piano di lavoro o tra ante di colonne e di basi contenitive.

Di sicuro una scelta di classe!

Cucina bianca e nera

Una valida alternativa ad una cucina completamente nera è optare per una cucina bianca e nera.

Generalmente si nota un utilizzo preponderante del bianco sul nero, il quale viene utilizzato prevalentemente sul il piano di lavoro in continuità con l’alzata (o schiena); ovviamente è possibile realizzare anche il contrario, ma in questo caso si creerà un contrasto piuttosto forte difficilmente conciliabile con l’ambiente.

cucine bianche e nere

Molto valida è invece la scelta di identificare con le due colorazioni diverse parti distinte e separate della cucina, utilizzando ad esempio il bianco per le colonne contenitive da un lato e il nero per l’isola centrale dall’altro.

In questo modo si possono realizzare splendide cucine moderne bianche e nere.

Cucina nera e legno

Ultima, ma non meno importante, la combinazione vincente è una cucina nera con inserti in legno.

Nonostante possa apparire una scelta azzardata per il contrasto dei due toni, il mix tra una cucina nera e una cucina in legno risulta invece armoniosa nel suo insieme tanto da essere ormai già diventata un classico.

Il legno, soprattutto nelle sue tonalità chiare e calde, è in grado di conferire ad una cucina nera quel tocco di eleganza e calore in più che la rendono accogliente e famigliare.

Il mio consiglio è comunque quello di limitare l’uso del legno in pochi ma strategici punti, come ad esempio il piano di lavoro, l’alzata, la superficie di separazione tra colonne ed elementi contenitivi bassi o l’isola centrale.

Ma non è finita…

Scegliere la finitura perfetta per una cucina nera

Molto spesso la maggior parte delle persone si ferma alla scelta della combinazione materica e cromatica che abbiamo appena analizzato, dimenticando o sottovalutando la scelta delle finiture.

Al giorno d’oggi esistono in commercio moltissimi materiali e finiture tra cui poter scegliere.

cucina nera lucida

Io tuttavia ritengo che i risultati migliori si ottengano con una finitura opaca; in questo caso è comunque possibile valutare se realizzare una cucina laccata in modo uniforme o lasciando a vista la vena del legno. Un’alternativa comunque valida è quella di optare per un metallo nero cerato per realizzare una cucina nera dal carattere profondamente moderno.

Ultimo passo…

Riconoscere i dettagli che fanno la differenza

Dopo aver capito l’ambiente, definito la tipologia di cucina più adatta per lo stesso, individuato gli abbinamenti materici e cromatici, nonché le finiture, è possibile concentrare l’attenzione sui dettagli che, se definiti in modo corretto, renderanno la tua cucina nera unica e senza pari.

Innanzitutto opta per elettrodomestici di colorazione nera (i più comuni) in modo tale da sfruttare il pregio delle cucine nere di riuscire a mimetizzare al meglio tutti gli accessori.

Per quanto riguarda la finitura di maniglie o gole di ante e cassetti, la scelta migliore è sempre quella di mantenersi sugli stessi toni dei precedenti, anche se in casi del tutto particolari è possibile infrangere questa “regola”.

Infine, in base al materiale e colore scelto per il piano di lavoro, valuta la possibilità di installare un lavabo con relativo miscelatore entrambi neri, così come ogni altro accessorio riterrai utile.

L’architetto si esprime sulla cucina nera

La cucina nera è sempre una scelta difficile da compiere proprio perché complicata nella sua genesi.

Ma non è affatto una scelta impossibile da compiere.

Ti ho dimostrato infatti come poter realizzare la tua cucina nera da sogno seguendo i 5 passi che ti ho illustrato: dallo studio dell’ambiente, alla scelta della tipologia, dei materiali, delle finiture e, infine, dei dettagli.

Ritengo che una cucina nera, se ben ideata e realizzata, sia indubbiamente elegante.

Ma ci sono ancora un paio di cose che ci tengo a dirti riguardo alla cucina nera

lavandino cucina nero

Assorbendo molta luce, una cucina nera richiede una particolare attenzione allo studio dell’illuminazione che, se ben eseguito, gioca davvero la differenza.

Infine, se la cucina è davvero piccola, meglio optare per altri colori e finiture rispetto al nero; in fondo una cucina grigia non è poi molto distante da una cucina nera moderna, ma di certo il tuo ambiente ne gioverà.

Un abbraccio

Christian

pinterest assonometria

Christian Tezza fondatore di assonometria

Christian Tezza

Sono un architetto e Interior designer, fondatore di ASSONOMETRIA™, che dedica tutta la sua attenzione alle persone e a come vivono le loro case, cercando di progettare abitazioni uniche e senza tempo.

Sono stato intervistato e menzionato da diversi blog di settore e sono giudice per una piattaforma di concorsi di architettura.

A fine 2020 il nostro progetto Minicasa Z è stato selezionato tra i migliori 1000 progetti di architettura dell’anno.