Mentre leggi questo articolo su come arredare una cameretta ci saranno bambini (magari i tuoi stessi figli) che quasi sicuramente stanno trascorrendo il loro tempo all’interno di una cameretta da incubo: un ambiente spesso improvvisato e non idoneo ad una personalità in evoluzione come quella di un qualsiasi ragazzino.

Porsi invece la domanda su come possa essere arredata correttamente una cameretta è di importanza fondamentale e può far sì che i tuoi figli ti ringrazino a vita per avergli creato uno spazio flessibile e idoneo alla loro crescita.

arredare una cameretta

Mi sono sempre posto il problema di risolvere ogni ambiente nella casa, qualunque esso fosse.

Ma come spesso accade, i primi lavori mi ponevano di fronte alla risoluzione di singoli spazi, quali una cucina o un soggiorno; solo nel tempo mi venne richiesto di progettare intere abitazioni all’interno delle quali dovevano vivere delle famiglie con dei figli.

Da quel momento tutto cambiò: come folgorato, mi resi conto che la casa è un organismo complesso che deve rispecchiare ed accogliere una famiglia: la casa deve essere amore e felicità. Allo stesso modo in cui i figli sono un atto d’amore tra due persone.

Iniziai così una ricerca su come progettare una cameretta e i risultati che ho ottenuto sono sorprendenti.

Scoprili continuando a leggere i prossimi paragrafi…

Quello che nessuno ti racconta su come arredare una cameretta: un segreto

Quando mi ritrovo a dover progettare una cameretta parto sempre da unico quanto semplice concetto, spesso invece inesistente in gran parte dei progetti che osservo e studio.

Una cameretta è un ambiente in sé completo e arredarla significa porre in atto tutte le strategie necessarie ad arredare un qualsiasi altro ambiente, sia esso un soggiorno moderno, una cucina moderna bianca o una camera da letto.

Progettare una cameretta

Non dobbiamo infatti sottovalutare il ruolo fondamentale che la cameretta ha per i nostri figli: si tratta dell’ambiente in cui cresceranno, si formeranno e faranno esperienze, e pertanto ne condizionerà lo sviluppo.

Per questo motivo una cameretta deve essere pensata, progettata ed arredata con estrema attenzione.

Lascia perdere i mobili preconfezionati che vedi nei negozi, ma piuttosto segui i consigli che ti sto per dare per arredare al meglio questo importantissimo ambiente.

Progettare una cameretta: le 3 regole da tenere bene a mente

Come avrai potuto capire, progettare una cameretta non è così semplice come può sembrare.

È un po’ come arredare una camera da letto, solo che in questo caso la stanza è dedicata interamente ai nostri figli che, a differenza di persone adulte, dovranno nel tempo formarsi e crescere al suo interno.

Prima cosa da fare quando ci si appresta ad arredare una cameretta è studiare in modo approfondito l’ambiente e cercare di rispettare alcune semplici regole:

La cameretta deve avere una dimensione adeguata

È fondamentale prevedere per i nostri figli uno spazio adeguato, sufficientemente grande da consentire loro di crescere e di adattarla alle loro mutevoli esigenze.

Nella loro cameretta i nostri figli infatti devono poterci dormire comodamente, fare i loro compiti in autonomia quando andranno a scuola, giocare liberamente e, perché no, magari anche praticare una loro passione, come la musica o la pittura.

Dimensioni cameretta

Solo questa considerazione può farti quindi capire che arredare una cameretta di 7-8 mq per un solo bambino è veramente poco spazio in una stanza troppo piccola.

Le normative generalmente richiedono che una camera singola abbia una superficie di 9 mq ma personalmente io consiglio di realizzarla, ovviamente se possibile, di almeno 12 mq.

Se poi all’interno della stessa cameretta devono poter stare due o più figli, è bene prevedere almeno altri 6 mq per ogni componente aggiuntivo.

La cameretta deve prevedere la crescita dei figli

Sembra una cosa banale da ricordare, ma è prassi comune invece dimenticare che all’interno della propria cameretta un figlio cresce e diventa adulto.

Molto spesso accade che il primo arredo acquistato per la cameretta sia giustamente infantile, ma che la camera rimanga poi inalterata per troppi anni e che il figlio, magari quasi maggiorenne, si ritrovi a vivere nella stessa cameretta.

Arredare una cameretta piccola

I bambini crescendo cambiano (e molto!) e con loro devono cambiare anche le loro stanze.

Se si tiene presente questo concetto fin dall’inizio è possibile studiare fin dall’inizio una cameretta adeguata e flessibile per i nostri figli.

La cameretta deve ottimizzare lo spazio in funzione dei figli

Ultima regola da rispettare quando ci si confronta con il tema dell’arredo di una cameretta è la conformità e l’ottimizzazione dello spazio a disposizione.

Occorre cioè pensare a tutte le attività che il bambino potrà svolgere all’interno della sua cameretta e arredarla di conseguenza.

Arredare una cameretta per un bimbo

Bisognerà pertanto prevedere necessariamente spazi per il gioco, per lo studio, per arredi generici come il letto o l’armadio, e magari anche degli spazi multifunzione che saranno tali da assecondare gli interessi del ragazzo nel corso degli anni.

Ma ora veniamo a noi….

Devi progettare la cameretta per i tuoi figli?

Chiedi informazioni gratuitamente per ottenere la nostra consulenza!

Come arredare una cameretta: tutto quello che c’è da sapere

Quando la famiglia si allarga è sempre un’emozione grandissima.

Nel momento in cui però si decide di arredare una cameretta sorgono spesso dubbi o incertezze su cosa realmente possa servire ai figli per farli crescere nel migliore dei modi.

Partiamo quindi dalle basi.

L’arredamento di una cameretta: l’indispensabile

Letto per la cameretta

Il lettino è sicuramente la prima cosa che viene in mente quando si pensa ad arredare una cameretta, ma nonostante questo è anche un elemento d’arredo di cui molti sottovalutano l’importanza.

Innumerevoli studi specifici hanno dimostrato che i bambini imparano e si formano tantissimo nei primi tre anni di vita e più autonomo sarà fin da piccolo, più lo diventerà crescendo.

Di conseguenza nella scelta del lettino è bene tenere a mente che un letto basso, a prova di caduta, automatizza nella mente del bambino il gesto del salire e scendere da solo e pertanto sarebbe da preferire ad altre tipologie di letto.

In commercio esistono sicuramente diverse soluzioni di questo tipo.

Ma un buon progetto è in grado di coniugare più aspetti e funzioni e pertanto potrebbe prevedere una pedana in legno che, oltre a fornire una calda superficie per il gioco, può diventare il piano d’appoggio del materasso, limitando quindi al massimo l’eventuale caduta del bambino.

Ma questa è solo una fra le tante idee possibili…

Armadio per la cameretta

Fondamentale per una camera è senza dubbio lo spazio contenitivo, in cui poter stivare vestiti ed oggetti.

Per un corretto sviluppo del bambino gli psicologi consigliano una sua totale autonomia e libertà nell’atto del vestirsi, in quanto esso da espressione compiuta alla sua personalità e non rischia di confinarla all’interno di rigidi schemi imposti dal genitore.

Ma è possibile aiutarlo nella sua fase di scelta quotidiana prevedendo accanto al consueto spazio contenitivo un luogo in cui posizionare due diversi ipotesi di abbinamenti di abiti in modo che il bambino possa autonomamente scegliere quali abbinamenti preferire per la giornata.

Senza dubbio crescendo vi ringrazierà!

Scrivania e sedia

Elemento fondamentale ed imprescindibile per una cameretta è una scrivania con idonea seduta.

La scrivania può essere utile sia nel momento il bambino dovrà fare i compiti, sia durante il gioco o il disegno.

Avere una superficie a disposizione su cui scatenare la fantasia sarà per il bambino molto più utile di tanti strani giocattoli.

Ma attenzione sempre alla seduta che deve essere comoda e al tempo stesso adeguata nelle varie fasi della crescita motoria del bambino.

Libreria o mensole

Altro elemento importantissimo all’interno di una cameretta è uno spazio dedicato ai libri e ai giochi; questo spazio deve essere pensato per essere usufruito dal bambino in completa autonomia, in modo tale che possa scegliere da solo cosa leggere o con che cosa giocare.

Sicuramente avere una piccola libreria o delle mensole ad altezza adeguata aiuterà i figli a sviluppare autonomamente le proprie inclinazioni e a capire come riordinare le cose in perfetta autonomia.

Tappeto

Elemento spesso trascurato ma molto importante è il tappeto.

Ai bambini piace vivere sul pavimento e spesso d’inverno è freddo, a meno che tu non abbia installato un pavimento radiante.

Il tappeto può così diventare la calda superficie che accoglie il bambino anche nel suo momento del gioco, dove confinare il “disordine” del gioco tenendo invece ordinato il resto della camera.

I colori per una cameretta: azzurro e rosa? No, grazie

Sono sicuro che la maggior parte di noi è cresciuta in una cameretta in tutto o in parte dipinta di rosa o azzurro. La mia era tutta azzurro cielo!

Crescendo l’azzurro è diventato arancione per poi diventare un color pesca che, negli ultimi anni, si è tramutato in un rosa pallido.

Per questo penso di aver vissuto un trauma personale!

Quando mi ritrovo a progettare una cameretta dimentico quindi questi due classici e convenzionali colori legati all’infanzia e opto per soluzioni decisamente più neutre che consentono alla personalità del bambino di svilupparsi in totale autonomia e, una volta che è abbastanza grande, di scegliere da solo la sua tonalità.

Il colore della cameretta è solo uno e a deciderlo è il bambino.

Il colore giusto per la cameretta è semplicemente il preferito di tuo figlio.

Quando sarà in grado di comunicartelo, usa questo colore per arricchire la sua stanza, ma fallo con parsimonia (evita di usarlo su tutte le pareti e per tutti gli elementi d’arredo!).

Puoi anche decidere di mantenere le pareti di tonalità neutra e di scegliere quel determinato colore solo per qualche oggetto come una lampada, un peluche, un quadro, evitando tuttavia di utilizzarlo nei mobili d’arredo in quanto tenderà a stufare molto presto.

Un’ultima accortezza nella scelta del colore: evita tonalità troppo accese a favore di tonalità pastello che forniranno un senso di calma e pacatezza preziosi nello sviluppo della personalità.

Alternative al classico colore per la cameretta: idee e soluzioni a cui magari non pensavi

Al posto del classico colore per arredare una cameretta potresti scegliere di utilizzare una carta da parati dai toni sobri, magari con disegni geometrici o pattern delicati, oppure una boiserie moderna che sta bene dappertutto.

In alternativa potresti scegliere di colorare una parete con vernice lavabile o rivestirla con una grande lavagna in modo che i tuoi figli possano dar sfogo alla loro fantasia e lasciar spazio alla loro creatività.

Se però stai arredando un rustico moderno in cui le pareti sono autentiche in pietra o mattoni, oppure presentano lacerti di affresco, evita di intaccarne l’integrità: in questo caso opta per il colore solo per alcuni elementi d’arredo o per una lavagnetta su cavalletto sul quale il bambino può sbizzarrirsi.

Lascia però che ti dica una cosa

I consigli dell’architetto per arredare una cameretta

In questo breve articolo hai imparato molto su come arredare una cameretta: hai scoperto un segreto, le 3 regole da considerare quando ci si appresta ad arredarla e tutto ciò che occorre prevedere per progettare una cameretta coi fiocchi.

Ti lascio quindi condividendo con te alcuni ultimi consigli:

Sviluppa la cameretta in lunghezza

Molto spesso le camerette sono stanze strette e lunghe nelle quali inserire tutto quanto descritto appare impossibile; in realtà questa caratteristica può essere sfruttata al meglio per dar vita ad una splendida cameretta.

Arredare una cameretta stretta e lunga

Basta infatti assecondare lo sviluppo dell’ambiente concentrando tutto l’arredo fisso, ovvero letto e armadio, lungo una parete lasciando così il resto dello spazio libero per la fruizione del bambino.

Sfrutta tutto lo spazio a disposizione

È risaputo: i bambini amano giocare.

Specialmente se la cameretta è piccola sfrutta al meglio lo spazio disponibile anche nel resto della casa in modo tale da poter dedicare loro uno spazio in cui poterli lasciare liberi di fantasticare e trascorrere momenti spensierati: un soppalco potrebbe diventare lo spazio del gioco in stretta connessione con il soggiorno, oppure potresti arredare la mansarda o parte di un piccolo ampliamento della casa come spazio gioco.

arredare una cameretta

Se invece i figli all’interno della cameretta sono due o più, opta per letti a castello o a scomparsa in modo tale da lasciare quanto più spazio possibile alle varie attività dei bambini.

Detto questo, pensa alla cameretta come un regalo per i vostri figli: una cameretta ben progettata è uno spazio flessibile e accogliente in cui avrà luogo buona parte del futuro dei vostri bambini e pertanto richiede la massima attenzione da parte vostra!

Un abbraccio

Christian

Christian Tezza fondatore di assonometria

Christian Tezza

Architetto e Fondatore di ASSONOMETRIA™

La mia passione per l’architettura, e nello specifico, il mondo della casa, mi ha portato ad aprire questo blog collegato all’attività professionale.

I miei articoli tentano di essere una guida su come la casa, al giorno d’oggi, debba essere moderna, elegante e confortevole.

 

Seguimi su Facebook

Lascia un commento