L’arredo di una camera da letto è una delle cose più difficili da pensare, ma in questo articolo vorrei condividere con te i miei segreti su come arredare una camera da letto al punto che il tuo coniuge ti scambierà per un interior designer e i tuoi amici non potranno far altro che esprimerti i loro complimenti (non senza un po’ di invidia!).

Pronti? Iniziamo…

arredare camera da letto

Per quanto possa sembrare una domanda banale, il quesito porta ottimi spunti di riflessione…

Ovviamente io gli ho risposto portando il mio punto di vista di architetto specializzato in abitazioni moderne e gli ho inoltre illustrato i vantaggi che avrebbe ottenuto mettendo in pratica i miei consigli piuttosto che andare in un qualsiasi mobilificio e comprare solamente i vari pezzi di arredo.

La domanda comunque mi ha fatto pensare molto: non era infatti la prima volta che mi veniva posto questo quesito perché appunto so molto bene che progettare una camera è molto complicato.

Quindi ho pensato di utilizzare questo spunto per scrivere l’articolo che stai leggendo.

Dai, iniziamo!

I segreti dell’architetto su come arredare una camera da letto moderna

Una camera da letto è una delle stanze più importanti di una abitazione, il luogo più accogliente ed intimo di una casa, dove mente e corpo riposano, e, come tale, va pensato nel suo insieme.

Limitarsi infatti alla scelta dell’arredo da catalogo è un po’ come raccogliere alcuni ingredienti per una torta senza aver ben chiaro in mente che torta realizzare.

Quando mai ti capita??

Prima si decide la torta, poi si preparano e raccolgono gli ingredienti necessari!

arredo camera da letto

Progettare l’arredo di una camera da letto nel suo insieme non è difficile, in quanto appunto non possiamo limitare il tutto alla sola scelta di un letto: una camera da letto è molto di più.

Quando ci si avvicina alla progettazione della camera da letto infatti occorre avere ben chiara l’atmosfera che si intende creare; un’atmosfera che si ottiene non solo attraverso gli elementi d’arredo, ma che nasce dall’insieme di questi con il trattamento delle pareti, del pavimento, dell’illuminazione, e dalla presenza o meno di ulteriori elementi, quali una cabina armadio o un bagno all’interno dell’ambiente.

Vediamo ora i segreti per arredare al meglio la tua camera da letto…

L’elemento più importante per l’arredamento di una camera da letto: la testata del letto

Il primo segreto da osservare quando si affronta il tema dell’arredo della camera da letto è quello di partire sempre dalla parete che farà da testata al letto.

Questo perché la parete di testata è quella più importante di tutta la camera, quella che, a livello percettivo, viene notata per prima e fa da scenografia al letto.

boiserie in camera da letto

Esistono diversi modi (alcuni anche molto semplici) per far sì che la parete di testata del letto sia unica e apporti reali benefici alla tua camera da letto

Proprio per la sua importanza ed unicità, il primo passo da seguire è sempre e solo uno: differenziare la parete di testata dalle altre.

A volte è sufficiente utilizzare un colore diverso rispetto a quello delle altre pareti oppure optare per un rivestimento materico come il legno; ma spesso si possono ottenere risultati incredibili adottando soluzioni più complesse in grado di donare unicità all’ambiente e di risolvere nello stesso tempo problemi cui spesso nessuno pensa.

Una boiserie moderna come testata

Una soluzione meno banale della semplice colorazione o del rivestimento di tutta la parete è quella di realizzare una boiserie in legno naturale, o colorato, che abbia un’altezza inferiore a quella dell’ambiente.

Questo gesto porta ad introdurre un nuovo segno orizzontale sulla parete, con diversi benefici:

  • Allargare visivamente la stanza
  • Creare una controparte all’interno della quale far passare impianti e installare un’illuminazione indiretta
  • Fare direttamente da testata al letto in modo tale da poterne scegliere uno senza
boiserie in legno

La testata in tessuto

In alternativa alla boiserie bassa in legno, la parete di testata può essere arricchita da un rivestimento (totale o parziale) in tessuto che sostituisce la tradizionale testata del letto: in questo modo si ottiene una parete morbida su cui appoggiarsi e leggere comodamente.

Il rivestimento di testata in tessuto può tuttavia anche cedere il posto a uno o due semplici cuscini appesi alla parete, alleggerendo così il risultato finale e creando una scena moderna ed essenziale.

testata in tessuto

La testata con un colore

Ho tenuto come ultima soluzione quella forse più semplice e banale, ovvero quella di utilizzare un colore diverso per la parete di testata rispetto alle altre pareti. Questa soluzione infatti, pur migliorando la situazione, non risulta, a mio avviso, la scelta migliore.

Anche in questo caso consiglio sempre di aggiungere un segno alla parete piuttosto che colorarla tutta: questo gesto colorato porta sicuramente più curiosità e complessità alla camera da letto rispetto ad una parete indifferenziata.

Una cosa molto importante da osservare è comunque il colore che viene scelto per la parete di testata se si decide di proseguire con questa soluzione

Essendo infatti la camera da letto il luogo in cui corpo e mente si rilassano e si rigenerano, è bene evitare qualsiasi tipo di colore acceso preferendo invece tonalità neutre, come le varie sfumature di grigio, tortora, oppure blu.

testata letto colorata

Il consiglio finale sulla testata del letto

Una testata del letto deve risultare compositivamente complessa ma allo stesso tempo semplice, ovvero deve essere composta da un’articolazione di elementi semplici tale da generare un segno, nulla di più.

In questo modo la tua parete sarà elegante e stupenda alla vista, risolverà alcuni dei più comuni problemi legati agli impianti (soprattutto quello elettrico) e ti consentirà di alloggiare, in modo nascosto, luci d’ambiente in grado di creare un’atmosfera precisa.

Ma passiamo oltre…

Devi arredare la tua camera da letto?

Chiedi informazioni gratuitamente...
La tua camera da letto sarà magnifica!

Il letto come arredo della camera da letto: quello che nessuno ti suggerisce

Abbiamo iniziato a impastare la nostra torta, ora aggiungiamo un ingrediente fondamentale.

Al giorno d’oggi in commercio esistono quasi più modelli di letto che di automobili: esistono infatti letti standard, letti di grandi dimensioni, letti di dimensioni personalizzate, letti contenitori, letti con la testata, letti senza testata ecc..

Potrei star qui giornate intere per elencarli tutti.

Leggendo i paragrafi precedenti avrai comunque sicuramente appreso che la parte più importante della camera da letto è la parete di testata del letto. Se quindi il letto viene scelto dopo aver pensato e progettato la sua parete di testata, la decisione sarà estremamente semplice.

Ti svelo un segreto…

Il classico letto a parete

Se sulla parete di testata viene pensata una boiserie o un elemento orizzontale (quale il colore) che suddivide la parete stessa, il letto dovrebbe assumere forme semplici e regolari, che non distolgano l’attenzione dalla vera protagonista dell’ambiente.

In questo caso però un’attenzione particolare deve essere posta verso la testiera del letto che, essendo ulteriore elemento orizzontale, dovrebbe essere il più minimale possibile, se non addirittura inesistente (a mio avviso la scelta migliore!).

Se la parete di testata viene invece pensata differente dalle altre solo per colore o materiale, qualsiasi modello elegante di letto risulta adeguato; ma attenzione a scegliere un modello comunque decoroso, dalle linee pulite ed essenziali, in quanto spesso ci imbatte purtroppo in letti dalle forme improponibili.

Il letto come tatami

Se per la parete di testata viene scelta una boiserie di altezza inferiore a quella dell’intero ambiente o il trattamento di tutta la parete con un colore o materiale differente dalle altre, un’altra soluzione molto interessante è quella di pensare al letto come ad un tatami giapponese.

Mi spiego meglio.

Il tatami è la tradizionale pavimentazione giapponese composta da pannelli di paglia intrecciata o pressata fissati su un telaio in legno dove solitamente i giapponesi dormono direttamente con un semplice futon, ovvero un sottile materasso.

tatami moderno

La nostra tradizione prevede invece l’uso di materassi molto più alti, strutturati e comodi.

Ma è possibile riproporre l’essenzialità e la pulizia dello stile tradizionale giapponese anche all’interno delle nostre abitazioni reinterpretando appunto il modello orientale.

Attraverso infatti la realizzazione di una pedana in legno (più o meno ampia a seconda delle dimensioni della camera) è possibile creare una suddivisione gerarchica dello spazio che se da un lato diviene supporto per il materasso, dall’altro definisce lo spazio del riposo e quello legato al resto delle attività.

Un trucco del mestiere, soprattutto nelle situazioni in cui si riscontra la mancanza di spazi contenitivi, è quello di realizzare la pedana-tatami come se fosse un grande contenitore: in questo modo avrai tutto sempre in ordine senza che nella stanza si vedano grandi armadi o cassettoni.

Ma non dirlo in giro: è un segreto!

Il letto al centro stanza

Se la camera da letto è molto ampia e lo consente, è possibile optare per un letto a centro stanza, in modo tale da renderlo padrone della camera; in questo caso la parete di testata diviene secondaria, ma è sempre possibile realizzarne una variante con elementi quali una scrivania, un tavolino o un’armadiatura.

letto a centro stanza

Pensa che una volta io ho addirittura nascosto un piccolo bagno dietro alla “testata” del letto. 😊

Spesso comunque si utilizza questa strategia del letto al centro dell’ambiente in ampi ambienti o situazioni all’opposto, quindi complesse, come può essere arredare una mansarda o realizzare una casa con un soppalco.

Altre volte lo si predispone al centro in modo tale da ricavare una piccola cabina armadio dietro al letto; ma in questo caso, attenzione alle dimensioni…

Armadio o cabina armadio come arredo per una camera da letto: una scelta ragionata

Spesso mi imbatto in immagini di camere da letto e sembra che la cabina armadio sia un elemento imprescindibile ed irrinunciabile.

Ma è sempre la scelta corretta?

La risposta corretta è infatti dipende.

cabina armadio

Per realizzare una cabina armadio occorre necessariamente avere una stanza in più o comunque avere una camera da letto di dimensioni abbastanza generose.

Quando tuttavia la superficie della camera è ridotta (ovvero sotto i 20mq) l’armadio risulta la soluzione ottimale: l’armadio occupa infatti molto meno spazio rispetto ad una cabina e, se ben studiato, è possibile integrarlo perfettamente con l’arredo della camera da letto.

Ma se vi è la possibilità, io scelgo senza ombra di dubbio una cabina armadio!

Camera con l’armadio

Nonostante si possa credere il contrario a causa dell’esiguo spazio che occupano, esistono alcune soluzioni di armadiature che permettono di raccogliere e conservare molti più vestiti ed oggetti rispetto ad una cabina armadio.

Inoltre, per integrare correttamente un armadio all’interno di una camera da letto la soluzione è più semplice di quanto si può immaginare.

armadio camera da letto

Vuoi conoscerla?

Ebbene, la soluzione è quella di abbinare la tonalità dell’armadio con quella del letto e della relativa testata, oppure con quella dell’intera stanza se in quest’ultima prevalgono toni neutri.

Se nel primo caso l’armadiatura assumerà carattere ed autonomia, nel secondo essa tenderà a sparire.

…più facile di così…!

Ah…un’ultima cosa…

Se la tua intenzione è quella di far “sparire” l’armadio, il risultato migliore si ottiene quando questo va fino al soffitto (e pertanto deve essere realizzato su misura!).

Camera da letto con cabina armadio

Come ho accennato qualche riga più in alto, se le dimensioni lo consentono, la cabina armadio risulta una scelta vincente.

Questa può essere messa in collegamento visivo diretto con la camera attraverso una porta vetrata, oppure può essere del tutto autonoma e “nascosta” da porta raso muro.

cabina armadio

Se tuttavia decidi di realizzare una cabina armadio anche in una stanza molto piccola, cerca di realizzarla in modo tale che sia il più aperta possibile verso la camera: disponi ad esempio le armadiature contrapposte dietro la testata del letto senza realizzare pareti o porte in modo da evitare una eccessiva sensazione di chiusura.

Bagno in camera da letto: la firma che rende la stanza veramente unica

Se le dimensioni della camera da letto sono abbastanza generose, la presenza di un bagno in camera renderà l’ambiente davvero unico.

Anche se dovesse essere un bagno molto piccolo, questo ti consentirà di realizzare una vera camera coi fiocchi.

bagno in camera

Se è possibile perseguire questa soluzione, il bagno in camera deve, a mio avviso, essere parte integrante della camera e pertanto deve essere progettato insieme a quest’ultima affinché creino un tutt’uno.

Il segreto è quindi quello di mettere in relazione i due ambienti realizzando un bagno in camera con una vetrata oppure posizionando il lavabo esternamente al bagno se il bagno è molto piccolo, o realizzare una camera da letto con vasca direttamente nella camera.

Un’idea per rendere moderno il bagno, in modo che dialoghi con la camera, può essere di realizzare un bagno senza piastrelle, così da unire le due stanze, usando magari gli stessi materiali, o collegare visivamente la doccia o il bagno turco in casa alla stanza da letto.

E se devo arredare una cameretta?: ciò che devi tenere in considerazione

Arredare la cameretta dei propri figli può sembrare un’azione molto semplice e che richiede minimi sforzi ed investimenti.

Niente di più sbagliato!

Arredare la cameretta dei propri bimbi significa infatti dar forma allo spazio in cui cresceranno e si formeranno come persone: arredare la cameretta è quindi un atto di grande responsabilità da parte di un genitore e richiede pertanto grande attenzione.

Per arredare correttamente la stanza dei tuoi figli ricorda sempre che:

  • la cameretta deve avere dimensioni adeguate;
  • la cameretta deve essere studiata in ogni suo spazio in funzione del bambino;
  • la cameretta deve assecondare la crescita del bimbo e pertanto deve potersi trasformare con lui;
  • la cameretta deve poter prevedere la presenza di più di un bimbo al suo interno e pertanto deve poter garantire la crescita autonoma di ciascuno di essi anche nello stesso ambiente.
arredare una cameretta
Considerando quindi questi pochi ma fondamentali punti, risulta evidente come per arredare una cameretta occorra un arredamento studiato su misura per l’ambiente e lo specifico bambino: letto, armadio, scrivania, libreria (o mensole) e un tappeto su cui giocare, sono gli elementi indispensabili che devono quindi trovare di volta in volta una specifica configurazione spaziale e una specifica estetica.

Un ultimo piccolo consiglio che mi sento di darti riguarda i colori da utilizzare per la cameretta, sia per le pareti che per l’arredo.

Dimenticati dei classici rosa e azzurro: per i tuoi figli sperimenta con le viarie tonalità pastello, senza alcun pregiudizio o schema preimposto!

L’Illuminazione della camera da letto: un’atmosfera

Quando si affronta il delicato e complesso discorso dell’arredo di una camera da letto, il tema della luce diviene fondamentale.

Ricordiamoci infatti che la camera è un’ambiente utilizzato prevalentemente durante la notte e deve consentire a corpo e mente di riposare e rigenerarsi.

Per questo l’illuminazione di una camera deve essere ben calibrata come tutta l’illuminazione di una casa moderna.

Per riuscire in questo intento generalmente si cerca di prediligere una luce indiretta e dimmerabile, ovvero regolabile nell’intensità, in modo da poter adeguare le condizioni di illuminazione in base alle nostre necessità e sensazioni.

illuminazione camera da letto

Personalmente io consiglio sempre di installare come corpo illuminante una barra con faretti che, grazie al sistema DALI, offre scenari di luce preimpostati che possono essere regolati con appositi interruttori o direttamente da dispositivi mobili, quali lo smartphone.

A questo sistema consiglio di affiancare una luce puntuale in corrispondenza di ciascun comodino.

Non necessariamente le due luci devono essere uguali; anzi, i risultati più interessanti si ottengono utilizzando combinazioni di corpi illuminanti diversi, come ad esempio un punto luce sulla testiera e uno a pavimento, oppure uno a sospensione e uno da appoggio sul comodino…

lampada sospensione su comodino

Infine risulta sempre molto utile illuminare l’interno delle armadiature con barre led dotate di sensore di rilevamento dell’apertura delle ante: in questo modo l’interno dell’armadio, tendenzialmente piuttosto buio, verrà illuminato direttamente da suo interno e non rischierai di farti ombra mentre scegli i tuoi capi.

E ora… l’ultimo passo per rendere una bella camera stupenda…

Come arredare una camera da letto aggiungendo i giusti complementi: il completamento dell’opera

Per rendere unico l’arredo della tua camera da letto non ti resterà che completarlo con pochi ma studiati oggetti che renderanno lo spazio stupendo.

idee camere da letto

I complementi d’arredo necessari per completare la tua camera da letto devono innanzitutto essere in armonia con il resto dell’ambiente e basta anche uno solo di essi per fare la differenza; sto parlando di:

  • Sedia e panca, utile anche per appoggiare i vestiti
  • Specchio, che aiuta ad allargare lo spazio ed è stupendo nella versione in appoggio a terra (evita del tutto quelli che rivestono le ante degli armadi!)
  • Tende moderne, che completano ed ingentiliscono le pareti in affaccio verso l’esterno
  • Camino moderno, che scalda nei freddi inverni e ricrea quell’atmosfera unica che solo le fiamme quando danzano sanno dare
  • Poltrona o divanetto, per riposare e vivere maggiormente la camera anche durante il giorno
  • Piante da appartamento, spesso utili per la purificazione dell’aria e stupende come oggetto d’arredo
  • Quadri, che, possibilmente pochi e mai centrati sopra il letto, conferiscono un carattere unico e personale all’ambiente
  • Caminetti o porta candele, così da trasferire il benessere che apporta un soggiorno con camino direttamente nella camera da letto.

Come arredare una camera da letto: parola all’architetto

Sia che tu voglia realizzare una villa moderna con piscina piuttosto che arredare un rustico moderno questi sono i miei segreti che utilizzo per arredare una camera da letto.

Certo, ci sono molte cose e molte scelte; è per questo che ripeto sempre che arredare una camera da letto è una cosa assai complicata.

L’unica cosa che mi sento di aggiungere è questa:

tutte le camere andrebbero studiate e progettate attentamente seguendo gli step che ho appena condiviso con te.

L’importante è che alla fine tutte le scelte fatte siano coerenti e in armonia tra loro: le scelte effettuate devono andare d’accordo ed amarsi.

Un abbraccio

Christian

Christian Tezza fondatore di assonometria

Christian Tezza

Architetto e Fondatore di ASSONOMETRIA™

La mia passione per l’architettura, e nello specifico, il mondo della casa, mi ha portato ad aprire questo blog collegato all’attività professionale.

I miei articoli tentano di essere una guida su come la casa, al giorno d’oggi, debba essere moderna, elegante e confortevole.

 

Seguimi su Facebook

Lascia un commento