Vuoi scoprire come un bagno con vetrata sulla camera può risultare speciale ed unico? Leggendo questo articolo sarai in grado di allontanare per sempre gli eventuali dubbi ed incertezze su questo tema, lasciando stress e inutili mal di testa agli altri…

Scopri ora tutto ciò che devi sapere…

Come un bagno con la vetrata in camera trasforma per sempre una stanza da letto

Marzo 2019.

Alla fine di una lunga giornata di lavoro venni contattato da Giacomo, banchiere in una nota banca vicino a Piazza Garibaldi, a Milano per ricevere una consulenza privata.

Insieme alla futura moglie Luisa, Giacomo aveva appena acquistato un ampio appartamento da ristrutturare, ma non aveva le idee ben chiare riguardo la loro camera da letto.

La stanza era infatti molto ampia e consentiva di prevedere al suo interno sia un bagno in camera che una cabina armadio, ma presentava per loro due problemi: la luce naturale della camera non era molta e per loro risultava difficile pensare a come organizzare in modo efficiente il grande ambiente.

bagno in camera con vetrata

Fin da subito proposi la soluzione che ritenni più adeguata per lo spazio a disposizione e le loro esigenze: mano a mano che procedevo ad illustrare la mia idea, vidi l’emozione crescere negli occhi di Giacomo e Luisa.

Avevo risolto tutti i loro dubbi, dalla disposizione della camera alla scarsa luce naturale, nonché altri piccoli problemi nascosti che erano emersi mentre parlavo con loro.

Come potrai immaginare, la soluzione che gli proposi prevedeva di realizzare un bagno con la vetrata in camera; e per quanto riguarda i problemi emersi durante il colloquio e a cui loro non avevano mai pensato?

Bene…ora ti mostrerò gli accorgimenti necessari per ottenere il massimo dal tuo bagno con vetrata…

3 accorgimenti poco conosciuti per un bagno con la vetrata in camera da favola

Quando si pensa a bagni in camera con le vetrate come elemento di separazione, l’immagine più comune che balza alla mente è quella di una camera in cui un’enorme vetrata occupa un’intera parete delimitando così nettamente la zona notte dal bagno.

bagno in camera con il vetro

È vero: questa è una tipologia molto comune di bagno con la vetrata in camera…ma senza dubbio porta con sé alcune piccole problematiche…

Ora ti mostrerò tre accorgimenti da seguire per poter realizzare la tua camera da letto con bagno vetrato da urlo!

Limitare la vetrata ad una porzione della parete

Come abbiamo appena visto, la soluzione più comune quando si parla di bagno con vetrata sulla camera è quella che prevede un’intera parete vetrata… Ma è anche banale e, ovviamente, pone in vista qualsiasi elemento del bagno!

Pensare invece di limitare la vetrata ad una sola porzione della parete andrà invece a focalizzare l’attenzione visiva in quel determinato punto; in questo modo si potrà valorizzare maggiormente entrambe le stanze e nascondere al tempo stesso alcune delle parti più private del bagno.

Un’idea potrebbe quindi essere quella di posizionare la vetrata in corrispondenza della sola doccia (scegliendo in questo caso un vetro acidato o satinato) oppure in corrispondenza della vasca da bagno, interrompendo così la parete della camera, magari decorata con una boiserie moderna in modo da conferire un calore unico agli ambienti.

Il concetto è molto semplice: rendere visibile una sola porzione del bagno in camera valorizza ciò che si vede e nasconde ciò che si preferisce mantenere privato.

Questo concetto vale per qualsiasi tipo di bagno, anche per un bagno piccolo.

Questo accorgimento viene utilizzato anche per il bagno turco o la sauna in casa, dove viene mostrata solo una porzione della cabina, mantenendone nascoste altre, tra cui quella tecnica.

Creare un bagno senza piastrelle

Se il bagno è a vista deve essere esteticamente molto bello!

Non si può pensare di progettare un bagno dietro una vetrata che abbia lo stesso stile di quello dei nostri nonni.

Per ottenere un bagno degno di essere messo in mostra occorre prestare molta attenzione ai rivestimenti utilizzati per le sue pareti, preferendo quindi un mosaico o le varie soluzioni di finitura alternative alle piastrelle, come ad esempio la resina, il microcemento o le boiserie in bagno.

bagno in camera a vista

Optando per un bagno senza piastrelle, è possibile quindi dar vita ad un ambiente dal linguaggio estremamente moderno del tutto coerente con il gesto di posizionare una vetrata tra bagno e camera da letto.

P.S. al giorno d’oggi in commercio esistono comunque molte ceramiche stupende anche per arredare un bagno moderno: ma occorre fare molta attenzione per individuare e scegliere quelle corrette!

Vuoi progettare il bagno in camera con la vetrata dei tuoi sogni?

Ti aiutiamo noi

Proteggere la privacy del bagno

Questo è forse il problema principale dei bagni vetrati in camera.

Per chi infatti è un po’ riservato come me, l’idea di avere un bagno in camera interamente trasparente o con una grande vetrata in corrispondenza della doccia non è proprio il massimo.

Ma con il giusto accorgimento è possibile garantire il massimo della privacy anche ad un bagno con vetrata in camera.

bagno con la camera da letto a vista

Tra le soluzioni più comuni per salvaguardare la privacy possiamo trovare:

  • Limitare, come già illustrato, la vetrata ad una sola porzione del bagno;
  • Utilizzare un vetro acidato, satinato o serigrafato (ovvero lavorato in modo tale da non essere del tutto trasparente) per la vetrata;
  • Utilizzare un vetro lcd swich in grado di oscurarsi con un semplice interruttore solo quando necessario;
  • Prevedere delle tende moderne in corrispondenza della vetrata da tirare all’occorrenza.

Ma c’è un’ultima cosa che voglio raccontarti…

L’idea dell’architetto sul bagno con la vetrata in camera

In questo articolo ti ho voluto illustrare tre accorgimenti per migliorare un bagno con la vetrata in camera, ovvero limitare la vetrata ad una sola porzione, scegliere in modo corretto e coerente i rivestimenti del bagno e garantire la privacy di un bagno a vista.

Adottando insieme tutti questi accorgimenti, o anche solo uno di essi, il bagno con vetrata in camera non sarà mai banale e verranno evitate le tipiche problematiche di questa soluzione un po’ audace.

Prima di andare, voglio condividere con te un’ultima cosa.

Riuscire a realizzare una camera da letto con il bagno vetrato (e magari anche una cabina armadio) è una cosa davvero fantastica: è come creare un piccolo quartiere personale all’interno di una casa!

Ma in questo caso occorre a mio avviso prestare molta attenzione alla progettazione di questi ambienti come se fosse un tutt’uno, in modo tale che questi possano dialogare tra loro in modo corretto e coerente.

Con questo è tutto.

Un abbraccio

Christian

pinterest assonometria

Christian Tezza fondatore di assonometria

Christian Tezza

Sono un architetto e Interior designer, fondatore di ASSONOMETRIA™, che dedica tutta la sua attenzione alle persone e a come vivono le loro case cercando di progettare abitazioni uniche senza tempo.

Sono stato intervistato e menzionato da diversi blog di settore e sono giudice per una piattaforma di concorsi di architettura.

A fine 2020 il nostro progetto Minicasa Z è stato selezionato tra i migliori 1000 progetti di architettura dell’anno.