La maggior parte delle persone pensa che per arredare la casa in montagna si debba per forza ricreare una baita in stile tradizionale.

Il problema è che questo concetto di arredi per case di montagna è ormai antiquata.

Esistono infatti ormai numerosissimi progetti che, sparsi tra Alpi e Appennini, dimostrano esattamente il contrario.

Vuoi scoprire come arredare una casa in montagna…moderna?

Scoprilo ora…

Arredi per case in montagna: quando l’arredo tradizionale è troppo

Non più tardi di qualche mese mi è capitato di fare una consulenza con un cliente proprio relativa a questo argomento.

Ti racconto brevemente…

Una coppia torinese aveva acquistato a Courmayeur, in Valle d’Aosta, un piccolo appartamento in cui sognavano da sempre di poter soggiornare durante le loro settimane bianche.

Arredi per case di montagna

Mi chiesero aiuto in quanto, stufi di vedere tutti questi tradizionali arredi per case di montagna, volevano “svecchiare” il loro appartamento rendendolo più contemporaneo.

Come in tutte le case in affitto, anche la loro era stata realizzata al suo interno come se fosse una scura baita, piena di legno verniciato, sedie in stile, centrini su tavolo e madie e decorazioni ovunque.

La loro idea era invece quella di una casa un po’ più sobria che, sebbene più moderna e minimalista, mantenesse il caratteristico calore e senso d’accoglienza tipico delle case tradizionali.

Mi trovarono perfettamente d’accordo: si può seguire la tradizione ed essere originali allo stesso tempo!

Scopri come…

Arredo per case di montagna: la tradizione come essenza

Prima di parlare di come arredare una casa di montagna, è bene capire quali aspetti essenziali mantenere della tradizione.

Questo perché, in ogni casa moderna che si rispetti, occorre sempre partire dal contesto in cui ci si trova a progettare: lo spirito del luogo.

Quando ci si ritrova a dover arredare la casa di montagna non vi è sicuramente l’intenzione di replicare fedelmente lo stile della propria abitazione principale.

Si cerca infatti di conferire alla casa in montagna, un carattere nettamente diverso, magari più caldo e confortevole, rilassante e vicino alla natura, in modo tale da percepire facilmente la differenza con l’abitazione sentirsi davvero in vacanza.

Arredamento per casa di montagna

E proprio la casa in montagna aiuta ad immergersi in silenzi e spazi totalmente diversi da quelli della nostra quotidianità facendoci assaporare uno stretto rapporto con la natura che, per chi lo ha provato almeno una volta, diviene un qualcosa di irrinunciabile.

Un rapporto con la natura che si cerca di trasportare anche all’interno degli spazi chiusi grazie a determinati materiali ed alla previsione di elementi di fusione tra interno ed esterno (come ampi terrazzi, grandi vetrate ecc).

Vediamo quindi quai sono i materiali che in una casa di montagna dal gusto contemporaneo non dovrebbero mancare.

I materiali irrinunciabili per arredare una casa di montagna moderna

I materiali che in una casa di montagna moderna non dovrebbero mai mancare sono essenzialmente quelli derivati dalla tradizione.

Il primo materiale irrinunciabile in una casa in montagna è appunto il legno, grande classico della tradizione, in tutte le sue varie essenze.

A questo andrebbe accostato poi il secondo materiale per eccellenza tipico degli ambienti montani: la pietra, anch’essa diversa a seconda delle disponibilità del luogo.

Infine a questi due materiali si dovrebbe avvicinare il metallo che, sebbene in misura minore dei precedenti, risulta uno dei materiali più comuni e recenti della tradizione.

Ma cosa farne di questi materiali?

Adesso vedrai…

Devi progettare la tua casa in montagna?

Richiedi un nostro progetto

Il vero segreto per arredare una casa in montagna

Arredare una casa in montagna non è così facile come si possa immaginare; come abbiamo già visto, non basta mettere legno ovunque e realizzare una baita in stile per ottenere una confortevole casa di montagna moderna.

Il vero segreto per mantener viva la tradizione realizzando al tempo stesso un ambiente più vicino ai giorni nostri è e sarà sempre uno: reinterpretare la tradizione!

Questo è quindi il vero segreto: cogliere l’essenza della tradizione, le sue forme ed i suoi materiali, e reinterpretarla, ovvero prendere ciò che ha creato la tradizione, i materiali, e utilizzarli in forme diverse, più semplici, attuali e contemporanee.

Ma come fare??

Questo passaggio è tutt’altro che semplice…

La figura di un professionista diventa in questo caso fondamentale.

Arredo casa di montagna

Ma le linee guida per una buona reinterpretazione della tradizione quelle sono piuttosto semplici:

  • Figure pulite e lineari senza troppi decori e motivi ornamentali
  • Boiserie moderne in legno o in pietra per rivestire pareti o parti d’arredo
  • Tende moderne leggere come veli per godere appieno del panorama pur non rinunciando alla privacy
  • Un’illuminazione moderna che valorizzi appieno i materiali utilizzati
  • Colorazioni neutre per tutti i complementi d’arredo
  • Un moderno camino in soggiorno

Un’ultima cosa…

Il punto di vista dell’architetto sugli arredi per le case di montagna

In questo breve articolo ho voluto esporti il mio punto di vista circa il modo di arredare una casa in montagna con un gusto contemporaneo attento però alla tradizione e al carattere del luogo.

interni di una casa di montagna

Prima di andare vorrei però dirti un’ultima cosa…

Ad alcuni potrà sembrare banale, ma per molti invece risulterà come una rivelazione…

Arredare una casa in montagna appare concettualmente simile arredare un rustico moderno: occorre sì reinterpretare la tradizione con i materiali e i caratteri tipici del luogo, ma bisogna anche rendersi conto che il paesaggio, il contesto naturale esterno, è l’elemento in grado di fare la differenza e, se lasciato “entrare” da opportune aperture vetrate, cambierà del tutto la vostra esperienza di vita!

Un abbraccio

Christian

pinterest assonometria

Christian Tezza fondatore di assonometria

Christian Tezza

Sono un architetto e Interior designer, fondatore di ASSONOMETRIA™, che dedica tutta la sua attenzione alle persone e a come vivono le loro case, cercando di progettare abitazioni uniche e senza tempo.

Sono stato intervistato e menzionato da diversi blog di settore e sono giudice per una piattaforma di concorsi di architettura.

A fine 2020 il nostro progetto Minicasa Z è stato selezionato tra i migliori 1000 progetti di architettura dell’anno.